Max Ponte

  • CHI:
    Max Ponte
  • COSA:

    poeta e scrittore, impegnato anche in ambito artistico

  • DOVE:

    Torino 

  • BIOGRAFIA:

    nato nel 1977, vive e lavora a Torino. Si è laureato in Filosofia all’Università di Torino con una tesi in estetica.

  • LAVORI:

    Ha pubblicato poesie e racconti in vari luoghi, fra cui l’antologia “.noibimbiatomici” – con intro di Aldo Nove, Celid, 2001 –; la rivista “Offerta Speciale” – ricettario di poesia internazionale, Carla Bertola Editore, 2004 – ; e la raccolta “Poeti italiani contemporanei per la nuova pittura italiana – Torino Poesia, 2009 –. Nel 2008/2009 ha tradotto dal francese “Il pianeta Blu Myosotis” di Annaraffaella Farao.  Una sua poesia visiva è stata inclusa nella raccolta "Capriccio del cerchio dei poeti", a cura della poetessa e artista russa Evelina Schatz. Nel 2012 ha pubblicato il racconto “Androgyne” nel “Dicò Erotique” a cura di Francesco Forlani (Lite Editions).

    Il libro
    “Eyeliner” è il titolo della sua prima raccolta di poesie, edita da Bastogi, all’interno della collana “Poesia Totale Collection”. Il libro contiene 5 sequenze di liriche con tavole di poesia visiva.

    Pubblicazioni
    Ha pubblicato poesie e racconti in vari luoghi, fra cui l’antologia “.noibimbiatomici” – con intro di Aldo Nove, Celid, 2001 –; la rivista “Offerta Speciale” – ricettario di poesia internazionale, Carla Bertola Editore, 2004 – ; e la raccolta “Poeti italiani contemporanei per la nuova pittura italiana – Torino Poesia, 2009 –. Nel 2008/2009 ha tradotto dal francese “Il pianeta Blu Myosotis” di Annaraffaella Farao.  Una sua poesia visiva è stata inclusa nella raccolta "Capriccio del cerchio dei poeti", a cura della poetessa e artista russa Evelina Schatz. Nel 2012 ha pubblicato il racconto “Androgyne” nel “Dicò Erotique” a cura di Francesco Forlani (Lite Editions).

    Il libro
    “Eyeliner” è il titolo della sua prima raccolta di poesie, edita da Bastogi, all’interno della collana “Poesia Totale Collection”. Il libro contiene 5 sequenze di liriche con tavole di poesia visiva.

    Eventi e mostre
    Nel 2004 ha curato la mostra dal titolo “I maestri della poesia visuale” con opere di Arrigo Lora Totino e Nanni Balestrini –Settimana Letteraria del Comune di Torino –. Nel 2005 ha curato l’evento “Poesia Totale”, rassegna indipendente di poesia. Nel 2009 ha promosso eventi e dibattiti sull’avanguardia futurista, fra cui la performance “Fut fit fot” alla Galleria Narciso. Ha curato inoltre per la D Gallery “Video underground Torino”, selezione di video d’artista nelle stazioni della metropolitana di Torino. Nel 2012 ha rilanciato la pratica del poetry slam in Italia con uno spettacolo mensile che si tiene ai Murazzi di Torino.

    Media
    I suoi lavori sono stati presentati nel corso di varie emissioni radiofoniche quali “Fahreneit” e “Radio 3 Suite”, “Il Cantiere di Radio Rai 3; e di programmi tv quali “Millepiani” su Sky/Cult. Nel 2010 ha creato il progetto radiofonico Ondivago disponibile in podcast sul sito ondivago.com 

     

  • OPERA:
    poetry slam
  • ABSTRACT:

    Max Ponte si occupa da anni di poetry slam, una gara poetica pubblica, che prevede brevi poesie votate dai presenti. Ha partecipato a importanti poetry slam in Italia e condotto decine di appuntamenti. Nel 2012 ha lanciato la nuova scena dei Murazzi di Torino con poeti e performers provenienti da tutto il paese.

  • FICHE TECNICA:

    Per realizzare un poetry slam è necessaria una location con impianto audio e un luogo sufficientemente ampio e raccolto che possa contenere almeno 40/50 persone.

    In estate può essere perfetto anche un luogo all’aperto per concerti o teatro.

    Leggio, tabellone ed eventuale telone per proiezioni rientrano fra gli strumenti.

    Il lavoro di selezione e promozione deve essere avviato con un minimo di tre mesi di anticipo.

    Pubblicità attraverso manifesti, cartoline e giornali locali è consigliabile per eventi singoli e di rilievo. I costi di realizzazioni variano a seconda del progetto e del luogo in cui viene realizzato.

    Lo slam ha la capacità di coinvolgere tutto il pubblico, i presenti votano tramite alzata di mano (è possibile anche optare per una giuria estratta a sorte). Lo slam è in grado di creare un ambiente di condivisione e dibattito sulla poesia unico nel suo genere. Una competizione popolare che vuole essere aperta al territorio, ai poeti locali e a coloro che vogliono presentarsi. Per ogni evento viene diffuso un bando pubblico di selezione.

  • CONTATTI:

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • SITI:

    www.maxponte.com

    www.maxponte.blogspot.com

    www.ondivago.com

Letto 934 volte
Altro in questa categoria: « Andrea Inglese Zena Roncada »